FESTA SLOW FOOD COSTA D’AMALFI

BREAKFAST NEL LIMONETO
18 aprile 2016

FESTA SLOW FOOD COSTA D’AMALFI

Festa in Condotta della Costa d’Amalfi – Prima Edizione 

Ristoratori, produttori, aziende vitivinicole uniti per un cibo “Buono, Pulito e Giusto” 

21-22 Aprile 2016

Palazzo Mezzacapo-Maiori (SA)

Il 22 Aprile il Ristorante Pineta 1903 parteciperà alla Prima Festa Slow food Costa d’Amalfi, che si terrà presso la splendida Location di Palazzo Mezzacapo di Maiori, Costa d’Amalfi.

Il Pineta 1903 ha ideato per l’occasione un nuovo piatto: Tortino Tiepido di Farro perlato e Fagioli con Pesto leggero di Pomodori secchi, acciughe e cuore di Provolone del Monaco.

12472603_1725272844406347_5631281740598582026_n-1

Descrizione

Nasce la prima edizione della “Festa in Condotta Slow Food Costa d’Amalfi”. L’evento patrocinato dal Comune di Maiori e fortemente voluto dal fiduciario Andrea Ferraioli assieme ai componenti del direttivo, ha come temi l’Arte ed il Gusto, le due più rinomate eccellenze del territorio Costiera, declinate nell’ottica della sostenibilità, intesa come vincolo positivo al nostro impatto sull’ambiente, come filosofia di vita e attenzione alla fragilità dell’ecosistema da preservare. Protagonisti a Palazzo Mezzacapo, bene architettonico settecentesco maiorese di grande prestigio, vi saranno venti ristoranti selezionati sul territorio compreso prevalentemente tra i comuni che vanno da Cetara a Positano, le aziende vitivinicole della Costa d’Amalfi, i produttori con le loro specialità gastronomiche tradizionali, l’Associazione Pizzaioli Tramonti e la compartecipazione del Consorzio di Tutela Limone Costa d’Amalfi I.G.P e del Consorzio del vino Vita Salernum Vites.

Il giorno 21 aprile a partire dalle ore 10:00 un convegno intitolato “Identità gastronomiche-La Costa d’Amalfi tra tradizione e futuro”, la cui tematica nasce da un’idea dell’Associazione culturale MetaFarm di Positano, moderato dal giornalista Mario Amodio, inaugurerà il grande evento e vedrà la partecipazione di giornalisti di settore, esperti, scrittori, associazioni e gastronomi. A seguire si potrà prender parte ai Laboratori del Gusto sulla colatura di Cetara (Presidio Slow Food) in collaborazione con l’Associazione “Amici delle Alici”, sulla lavorazione dei latticini, sulle marmellate e confetture della Costiera, per vedere dal vivo come nasce un prodotto. Durante i Laboratori per i partecipanti vi sarà una degustazione di prodotti che determinerà il momento conclusivo della prima giornata.

LOCANDINA_SLFOOD

MAIORI (SA). La Costiera Amalfitana, in provincia di Salerno, dichiarata nel 1997 dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”, presenta peculiarità paesaggistiche, storico-artistiche e architettoniche di inestimabile valore, e da sempre è stata uno dei maggiori poli di attrazione della Regione Campania, incantando viaggiatori provenienti da ogni angolo della Terra. Da secoli si è presentata come la location ideale per ospitare un turismo d’élite internazionale e per offrire al visitatore momenti culturali di spessore, in cui abbinare all’arte anche l’enogastronomia. Non necessariamente la località che dispone di un notevole patrimonio culturale, diventa di conseguenza un attrattore turistico. Il patrimonio deve essere valorizzato e promosso in modo da essere conosciuto a livello nazionale ed internazionale. Oggi viviamo nell’epoca della globalizzazione, in cui si assiste ad una uniformazione dei consumi, ma anche dei costumi. A causa del timore di questa uniformità, si assiste alla tendenza di rafforzare il ruolo dei territori, attraverso la riscoperta e la valorizzazione di numerose tradizioni locali sia enogastronomiche sia artigianali. Il progetto della Condotta Costa d’Amalfi, pensato dal fiduciario Dott. Andrea Ferraioli e da tutto il direttivo, vuole essere un tramite in questo contesto, per portare in auge alcune delle prelibatezze che hanno reso ancor più famosa la Costiera nel mondo: il vino, la colatura, i limoni, i latticini, la pasta e i numerosi prodotti del territorio. Il progetto nella sua prima edizione vuole essere un evento “nuovo”, un format mai visto finora in Costiera Amalfitana, per far provare ai visitatori un’esperienza olistica a 360 gradi che ruoti attorno al cibo, ma che ambisca a parlare di ambiente, arte, cultura, ovvero di buon vivere all’insegna di un concetto chiave che tutto dovrebbe accomunare: sostenibilità. 

L’evento patrocinato dal Comune di Maiori ha come temi l’Arte ed il Gusto, le due più rinomate eccellenze del territorio Costiera, declinate nell’ottica della sostenibilità, intesa come vincolo positivo al nostro impatto sull’ambiente, come filosofia di vita e attenzione alla fragilità dell’ecosistema da preservare. Protagonisti a Palazzo Mezzacapo, bene architettonico settecentesco maiorese di grande prestigio, vi saranno venti ristoranti selezionati sul territorio compreso tra i comuni che vanno prevalentemente da Cetara a Positano, le aziende vitivinicole della Costa d’Amalfi, i produttori con le loro specialità gastronomiche tradizionali, l’Associazione Pizzaioli Tramonti e la compartecipazione del Consorzio di Tutela Limone Costa d’Amalfi I.G.P e del Consorzio del vino Vita Salernum Vites.

Il giorno 21 aprile a partire dalle ore 10:00 un convegno intitolato “Identità gastronomiche-La Costa d’Amalfi tra tradizione e futuro”, la cui tematica nasce da un’idea dell’Associazione culturale MetaFarm di Positano, moderato dal giornalista Mario Amodio, inaugurerà il grande evento e vedrà la partecipazione di giornalisti di settore, esperti, scrittori, associazioni e gastronomi. A seguire si potrà prender parte ai Laboratori del Gustosulla colatura di Cetara (Presidio Slow Food), sulla lavorazione dei latticini, sulle marmellate e confetture della Costiera, per vedere dal vivo come nasce un prodotto. Durante i Laboratori per i partecipanti vi sarà una degustazione di prodotti che determinerà il momento conclusivo della prima giornata.

Convegno:

“Identità Gastronomiche” nasce da una riflessione sul rapporto tra l’attuale economia turistica e l’attività produttiva, enogastronomica e di ristorazione locale. Negli ultimi anni lo strapotere dell’agri-business globale, ha causato la scomparsa di piccole realtà agricole, di allevatori e produttori, ma dall’altro, ha garantito ugualmente al settore turistico materie prime a discapito della stagionalità e località, favorendo importazioni estere. Rispetto a questo quadro di riferimento le domande che “Identità Gastronomiche” porta con sé sono: quale futuro si garantirà all’attività produttiva in Costa d’Amalfi? Quali scenari si stanno configurando? Quali sono le possibili strategie da mettere in atto per far sì che le peculiarità gastronomiche territoriali non vengano snaturate? Dalla tradizione casearia dei Monti Lattari a quella marittima legata alla pesca, a quella della coltivazione del limone, fino a giungere alla tradizione e agli usi delle erbe spontanee, sappiamo che la Costa d’Amalfi possiede ancora un’identità gastronomica che la rende, come il suo paesaggio, unica al mondo. Il convegno nasce come momento culturale di scambio, di ricerca e di confronto tra produttori e operatori turistici, promuovendo da un lato la conoscenza su prodotti e tradizioni culinarie dimenticate, e dall’altro per aprire una riflessione sulla consapevolezza delle criticità del periodo storico rispetto alla salvaguardia e tutela dei prodotti del territorio.

PARTECIPANTI:

Antonio Capone (Sindaco Maiori)

Giuseppe Orefice (Presidente Slow Food Campania-Basilicata)

Luciano Pignataro (Giornalista MATTINO)

Giuseppe Gargano (Storico della Gastronomia)

Gennaro Cuccaro (Scrittore)

Associazione culturale METAFARM

PierFranco Ferrara (Chef stellato)

Il 22 aprile invece tutto si svolgerà in serata alle ore 19:00 con una strepitosa degustazione curata dai ristoranti, pasticcerie e con la presenza dei produttori di salumi, limoni, formaggi, birre artigianali, liquori e altre specialità della Costiera Amalfitana, per avere così l’occasione di conoscere ancora meglio questo straordinario territorio. Lo storico Palazzo Mezzacapo si trasformerà per una volta in un maxi raccoglitore del “Buono, Pulito e Giusto”, sarà possibile visitarlo e ogni angolo riserverà, attraverso particolari percorsi, sorprese e momenti piacevoli per il pubblico. La professionalità nei servizi per l’accoglienza e la competenza nell’ospitalità alberghiera degli alunni dell’Istituto I.S.I.S. “Pantaleone Comite” di Maiori, completeranno maggiormente il momento gastronomico.

A fianco dell’enogastronomia ecco poi l’arte, con l’intervento dell’artista, grafico e designer milanese Miky Degni, che è stato l’inventore di una serie di eventi intitolati “Per amor Di Vino” eseguiti in numerose località italiane con molto successo. La storica dell’arte e progettista culturale Annamaria Parlato, titolare dello Studio PAMart (www.pamart.it), curatrice dell’evento artistico, durante la serata intervisterà l’artista Miky Degni, che si esibirà nella performance di wine-painting nel Salone degli Affreschi del Palazzo, accompagnato dalle suadenti note del jazz del quintetto Isola Acustica con voce di Susanna Giordano, mentre dipingerà la sua opera sulla preziosa carta d’Amalfi che verrà poi donata all’Ente comunale, utilizzando vino tintore al posto dei colori. Oltre cento opere saranno proiettate sullo schermo bianco del Salone, realizzate dallo stesso artista in diverse manifestazioni, in un percorso sensoriale che indurrà all’ebbrezza dell’arte. Degustazioni e performance artistiche saranno le parti di un’esperienza unica, per fare della manifestazione il momento di valorizzazione delle eccellenze locali e di partenza di un cambiamento. Media partner dell’evento sarà 2Ingredienti Arte&Cibo (www.2ingredienti.com) della giornalista enogastronomica Annamaria Parlato, l’unico food blog della Costa d’Amalfi che vuole essere anche un magazine di approfondimento sulle interconnessioni tra arte e gastronomia.

Un biglietto d’ingresso del costo di 20 euro comprensivo di sacca e bicchiere per il vino darà diritto a partecipare alle degustazioni, oppure con un costo di 30 euro per gli adulti e 15 euro dai 10 ai 30 anni d’età con speciali gadget inclusi e ingresso a tutti gli assaggi, ci si potrà iscrivere alla grande famiglia Slow Food per un anno, la cui tessera garantirà la possibilità di partecipare a corsi/master a tematica enogastronomica o avere diritto a convenzioni, ma anche ricevere sconti e promozioni su tutte le iniziative dell’associazione (www.slowfood.it).

L’evento avrà anche una veste social, si potrà seguire dalla pagina FB e commentare usando l’hashag#festaslowcostadamalfi. Su Instagram un contest fotografico darà la possibilità a chi lo vorrà di pubblicare foto dei patti, dei prodotti e degli chef partecipanti alla manifestazione. La più significativa sarà selezionata e premiate online con un’iscrizione “SOCIO ORDINARIO”valida 12 mesi, comprensiva di rivista di Slow Food in formato elettronico (4 numeri trimestrali), Almanacco in formato elettronico, e-newsletter settimanale con consigli e notizie dal mondo slow, sconti su libri e gadget in vendita online sull’e-shop, sconti agli eventi nazionali e a quelli organizzati vicino casa, sconti nei locali amici del socio Slow Food, sconti nelle librerie Giunti al Punto, 10 contenuti omaggio per l’app Slow Food Planet, convenzioni e opuscolo Slow Food in pillole.

Sponsor tecnici della manifestazione saranno: Lamberti Food, Perrella Distribuzione, Bellagaia, Novamont, CoopVentuno, Electrolux. Foto e video saranno a cura di Agostino Criscuolo. Grafica e stampa saranno a cura dell’Agenzia di Comunicazione MTN Company.

RISTORANTI:

Taverna Buonvicino AMALFI

Le Arcate ATRANI

Al Convento CETARA

La Cianciola CETARA

AcquaPazza CETARA

CalaJanara CONCA DE’ MARINI

Hostaria di Bacco FURORE

Masaniello MAIORI

Mammato MAIORI

Paisà MAIORI

Pineta 1903 MAIORI

Taverna del Leone POSITANO

Remmese Beach Club POSITANO

M’ama PRAIANO

Un Piano nel Cielo PRAIANO

Bella Vista sul mare RAVELLO

Il Pinguino SCALA

Trattoria San Francisco TRAMONTI

Osteria Reale TRAMONTI

Dal Pescatore VIETRI SUL MARE

MAESTRI PASTICCIERI:

Sal De Riso TRAMONTI

Pasticceria Pansa AMALFI

PRODUTTORI:

Acqua Pazza Gourmet CETARA

Salumi Giovanni Sorrentino TRAMONTI

Birra Tramonti TRAMONTI

Caseificio Rastelli TRAMONTI

Caseificio Al Valico TRAMONTI

Terre Operose TRAMONTI

Caseificio Staiano RAVELLO

Il Gusto della Costa PRAIANO

VIGNERONS:

Raffaele Palma MAIORI

Ettore Sammarco RAVELLO

Azienda Reale TRAMONTI

Tenuta San Francesco TRAMONTI

Giuseppe Apicella TRAMONTI

Marisa Cuomo FURORE

Vigne di Raito VIETRI SUL MARE

Lunarossa GIFFONI VALLE PIANA

Casa di Baal MONTECORVINO ROVELLA

Mila Vuolo SALERNO

La Cantina dei Nonni CASTELCIVITA

Cantine Barone RUTINO

Aia dei Colombi GUARDIA SANFRAMONDI

E’ obbligatoria la prenotazione, fino ad esaurimento posti. 

Per info e prenotazioni: 

slowfoodcostadamalfi@gmail.com

whatsapp: 3337166631

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =